Il “real estate crowdfunding” targato Walliance sbarca a New York con il progetto “Manhattan 10025”

Controcorrente rispetto al filone narrativo che vuole un’Italia vessata e allo sbando, il connubio Walliance-Madison Development LLC rappresenta una storia di orgoglio e capacità imprenditoriale nostrana che può rappresentare un precedente da imitare. Negli Usa lo strumento del crowdfunding immobiliare è presente da anni e ormai ben rodato, tanto da valere circa 4 miliardi. Walliance ha accettato la sfida dell’importazione di un modello dalle potenzialità enormi con un obiettivo ben preciso: democratizzare gli investimenti e dare nuova vita al mercato immobiliare nostrano.

Dichiara a proposito Giacomo Bertoldi, CEO e founder di Walliance: “a dispetto di quello che sentiamo quotidianamente, e cioè che l’Italia può solo essere preda di ‘razzie’ dall’estero, l’incontro con i ragazzi di Madison rappresenta l’esatto opposto, ovvero la capacità di esportare un modello imprenditoriale, testarlo e poi sostenerlo con capitali italiani: adesso siamo noi che facciamo ‘razzia’ negli altri paesi.”

Walliance è la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding appositamente dedicata all’immobiliare ed autorizzata da Consob. La piattaforma seleziona progetti immobiliari ad alto potenziale e li propone ai sottoscrittori nella maniera più trasparente: a planimetrie, business plan e documentazione varia si aggiungono un dettagliato resoconto, compreso di storico, della società offerente, e persino la possibilità di calarsi direttamente all’interno dell’area cantiere con immagini a 360o.

Il progetto Manhattan 10025 si sviluppa nell'Upper West Side di New York City e prevede la ristrutturazione completa di un appartamento all'interno di un condominio confinante da un lato con Central Park e dall'altro con Manhattan Avenue. "Considerata spesso come una zona che rappresenta la quintessenza di Manhattan, è caratterizzata da belle strade residenziali, dalle facciate dei vecchi hotel su Central Park West e Riverside Drive, da due dei più importanti mercati cittadini (Zabar's e Fairway), uno dei maggiori musei (l'American Museum of Natural History), un'università della Ivy League (Columbia University) e la cattedrale neogotica di St. John the Divine.  

Per essere parte del team di capitani coraggiosi che investiranno a New York, il ticket d’ingresso minimo è di €15.000,00 e l’investimento sarà attivo dopo un breve periodo dedicato alle pre-adesioni.   Si può pre-aderire iscrivendosi al sito www.walliance.eu e seguire la semplice procedura guidata. L’investimento, come sempre, viene finalizzato dopo aver compilato il questionario di appropriatezza, in linea con le disposizioni normative a tutela degli investitori.

You May Also Like

Dalla tecnologia alla tradizione, Virginia Gallucci da ex web developer vola a Brooklyn per insegnare l’arte della pasta fresca

Bronte, Sicilia: Pietre scartate diventano opere d’arte con “Le Pietre di San Giorgio” di Nicola Dell’Erba

NowMyPlace conquista il turismo esperienziale sul Lago di Garda

Conclusione positiva per due importanti progetti di Equity Crowdfunding di Walliance: Jesolo Wave Island e Milano Via Ravenna