CODICE APPALTI, LA PROPOSTA DI ASSOCIAZIONE CONFORMA PER RIVITALIZZARE IL SETTORE COSTRUZIONI

CONFORMA, sulla scorta delle esperienze maturate dai suoi associati – i principali Organismi di Certificazione, Ispezione, Prova e Taratura operanti sul territorio nazionale nel settore Costruzioni – propone di aprire una discussione con i Ministeri, l’ANAC e le Associazioni di categoria interessate per instaurare un Sistema di Garanzie condiviso che definisca in maniera chiara ruoli e responsabilità di tutti gli attori e pragmaticamente le attività da svolgere. Le esperienze maturate dagli Associati CONFORMA in questi anni fanno riferimento ai maggiori progetti edili ed infrastrutturali nazionali e, sia per numerosità - dell’ordine delle migliaia - sia per complessità e valore economico delle opere - superiore ai 150 miliardi di Euro - mettono l’Associazione in grado di fornire elementi di interesse con alto valore aggiunto per lo sviluppo della qualità, trasparenza, affidabilità, efficacia ed efficienza delle procedure nell’ambito della realizzazione delle opere pubbliche. 

“L’obiettivo di CONFORMA – sottolinea il Consigliere Delegato per il Settore Costruzioni, Fabrizio Capaccioliè portare all’attenzione di tutti i soggetti della filiera la necessità che questa Riforma del Codice Appalti includa attività di prevenzione, controllo e monitoraggio atte a garantire la corretta e completa progettazione, la qualità, i costi ed i tempi di realizzazione dell’opera, e le modalità ed i costi di manutenzione e gestione previsti durante la sua vita utile”. 

Con l’intento di riavviare l’importante comparto dei Lavori Pubblici, la proposta di CONFORMA parte dalla valorizzazione del ruolo degli Organismi di Controllo di tipo A accreditati in conformità alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17020 da Accredia, l’Ente Unico nazionale che valuta su designazione e sotto la vigilanza del Governo italiano la competenza, l’imparzialità e l’indipendenza degli organismi di Ispezione. La proposta, sviluppata dal Gruppo di Lavoro Ispezioni nelle Costruzioni di Conforma, si basa sul convincimento che il supporto degli Organismi di Controllo fornito alle Stazione Appaltanti e al RUP consenta loro di avviare e gestire in maniera efficiente ed efficace l’intero procedimento, assumendo con cognizione di causa le necessarie decisioni.

I punti individuati da CONFORMA sono sette e riguardano: 
 Per ogni proposta inserita nel Piano triennale e annuale attuativo previsto dalla Stazione Appaltante la verifica dello Studio di Fattibilità con Analisi Costi-Benefici, Analisi del Valore, ecc. 
 Verifica preventiva della progettazione (tutti i livelli: Progetto di Fattibilità Tecnico-Economico, Progetto Definitivo e Progetto Esecutivo) 
 Verifica delle Offerte presentate dalle Imprese Appaltatrici
 Verifica della capacità organizzativa e gestionale dell’Appaltatore contenuta nel Piano Qualità per la commessa specifica 
 Verifica del Progetto ingegnerizzato dall’Appaltatore (Progetto Costruttivo) o in caso di Appalto integrato verifica del livello Definitivo e/o Esecutivo e del Costruttivo fornito dall’Appaltatore 
 Verifica della sostenibilità, durabilità delle opere, Piano di gestione e manutenzione e relativi costi 
 Monitoraggio ed Alta Sorveglianza durante la realizzazione dei Lavori.

Si fa notare che tutte le attività su previste, gestite attraverso i nuovi strumenti digitali (BIM), potranno consentire ancora più agevolmente una ottimizzazione e una efficacia ed efficienza dell’intero procedimento. In questo modo si potrà garantire che i progetti siano conformi alla legislazione vigente ed appaltabili, che la pianificazione e organizzazione delle fasi realizzative dell’opera siano coerenti, efficaci ed efficienti durante tutta l’attività produttiva dell’opera, che le regole dell’arte siano applicate in tutte le operazioni di produzione e sviluppo al fine di minimizzare errori, ritardi, rifacimenti e danni alle costruzioni stesse o a terzi, sia durante il processo costruttivo, sia durante le fasi di esercizio delle opere realizzate, con vantaggi economici e di sicurezza per le stazioni appaltanti pubbliche e per tutta la collettività. 


********
CONFORMA è l’Associazione che riunisce i maggiori Organismi di Certificazione, Ispezione, Prova e Taratura operanti sul territorio nazionale, annovera tra i propri associati i principali Organismi di Ispezione di tipo A, alcuni dei quali operano dal 1994 a sostegno delle Stazioni Appaltanti nelle attività di Verifica Progettuale finalizzata alla Validazione dei vari livelli di Progettazione ed in corso d’opera per il monitoraggio, il controllo e l’Alta Sorveglianza dei Lavori per garantire alla Committenza la qualità i tempi ed i costi di realizzazione delle opere. Gli organismi di Ispezione di Tipo A, gli unici che svolgono soltanto ispezioni di terza parte, operano sotto l’accreditamento di Accredia, l’Ente Unico nazionale che valuta la competenza, l’imparzialità e l’indipendenza degli organismi di Ispezione svolgendo questo servizio di pubblico interesse su designazione e sotto la vigilanza del Governo italiano, secondo le disposizioni della norma comunitaria che disciplina l’attività di accreditamento (Regolamento n. 765 del 2008). L’accreditamento viene svolto in tutto il mondo in base alla stessa norma internazionale ISO/IEC 17011, integrata, per gli Enti di accreditamento dell’Unione europea, dalle prescrizioni del Regolamento CE 765/2008. L’appartenenza di Accredia alle reti di accreditamento europea e mondiale garantisce la conformità del modo di operare degli Organismi di Ispezione italiani rispetto agli standard internazionali e l’uniformità delle loro procedure rispetto a quelle applicate negli altri paesi.

You May Also Like

Conclusione positiva per due importanti progetti di Equity Crowdfunding di Walliance: Jesolo Wave Island e Milano Via Ravenna

Esce il libro “VISIONARY HR – STRATEGIE POTENTI PER IMPRENDITORI E MANAGER CHE DESIDERANO CREARE ORGANIZZAZIONI ECCELLENTI” di Deborah Palma

Esce il libro “Lascia l’impronta che conta!”, un viaggio multimediale nel marketing e nell’imprenditoria

Assograph Italia Group, leader nella progettazione e realizzazione di imballaggi protettivi e sistemi espositivi in monomateriale di cartone, ottiene la certificazione ESG con un rating di 52