Fino a metà febbraio 20 Borse di studio Intesa Sanpaolo e Pirelli per master in Bicocca

Inizierà l'1 aprile 2020 Il master in Gestione dei servizi pubblici, utilities e mobilità che ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti le competenze necessarie per ricoprire posizioni di rilievo in strutture pubbliche o private nell'area dei servizi, delle utilities e della mobilità, disponendo di adeguate basi culturali e avendo effettuato concrete verifiche dei contenuti in azienda.
Iscrizioni aperte fino al 20 febbraio (si consiglia di iscriversi prima in quanto le borse di studio saranno assegnate in ordine di iscrizione).

Il Master offerto dall'Università di Milano-Bicocca vanta la collaboraazione di importantissime utilities: A2A. ATM, TRENORD, IREN, AMSA, SEA per citarne alcune e amministrazioni: Comune di Milano e Regione Lombardia. In partnership con Intesa sanpaolo e Pirelli.
Placemente delle scorse edizioni: 100%
Requisito: laurea triennale conseguibile entro giugno 2019.
Le iscrizioni chiudono il 20 febbraio. Le borse di studio saranno assegnate in ordine di iscrizione.

Approccio learning by doing e approfondimenti condotti da sia da chi ha concretamente gestito strutture pubbliche e industriali sia da accademici esperti. L’attenzione posta all'integrazione fra la gestione industriale e l’organizzazione dei servizi pubblici permette di sviluppare e valorizzare nuove competenze in ottica di efficienza economico-aziendale e sostenibilità sociale e ambientale. Competenza che sono richieste dalle istituzioni partner del master nella strategia di smart city

You May Also Like

L’iPad con Apple Pencil diventa un vero taccuino di carta grazie a doodroo™, da un’idea dell’azienda trevigiana Batch International

In “Repubblica Digitale” l’impegno del Governo contro l’odio online

Mandi Gunsberger: l’ “Aranzulla” australiana per la prima volta in Italia al Marketing Business Summit 2019

La vita degli animati da compagnia nel “dopo di me”. In occasione della Festa Nazionale dell’Anziano, l’Associazione Asta Onlus presenta il Progetto “Dopo di Me” in Campidoglio