“La comunicazione analogica in un mondo digitale” al centro del 7° Convegno ANCoRE Associazione Nazionale Counselor Relazionali – 28 novembre, ore 15, live streaming su piattaforma Zoom

Un Microfono per rappresentare il 7° Convegno ANCoRE La scelta del titolo del convegno e la sua immagine di presentazione, il microfono, fanno riferimento apertamente a due mondi che si incontrano e che devono in qualche modo rimanere in contatto. La forza dei mass media da un lato, che fino ad oggi ha coinvolto un pubblico di larga scala creando consensi. La potenza delle piattaforme digitali dall’altro, che arrivano ovunque e a chiunque richiedendo però un maggiore sforzo di umanità, ricerca del dialogo e nuovi strumenti per fare della comunicazione un luogo d’incontro.  

Per trovare queste risposte ANCoRE ha scelto non a caso un luogo virtuale. “Il Direttivo optò per questa possibilità il 9 marzo prima che entrasse in vigore il lockdown” spiega Tina Bruzzese Presidente ANCoRE. “Ancora non sapevamo cosa sarebbe accaduto di lì a poco. Il tema scelto, quindi, ci sembrò la migliore riflessione su cui indagare e capimmo subito che quello sarebbe stato l’aspetto controverso della relazione digitale. Da quel giorno molte cose sono cambiate e tutti i professionisti si sono dovuti cimentare con il digitale, pertanto quel titolo oggi si è rivelato attualissimo ed è uno degli interrogativi principali su cui riflettere.”

Come si comunica al tempo del Covid?
Il 28 novembre 2020 gli esperti di ANCoRE Associazione Nazionale Counselor Relazionali affrontano le nuove sfide della comunicazione digitale nel 7° Covegno Nazionale dell’associazione.
Il convegno intitolato “Signore e Signori, Buonasera. La comunicazione analogica in un mondo digitale” vuole rispondere ad una delle domande che, nel pieno della pandemia, è sempre più ricorrente: gli strumenti digitali che utilizziamo sono in grado di salvaguardare l’ascolto attivo, l’empatia, il contatto umano?
Gli eventi legati al Covid-19 hanno accelerato un processo da tempo già in atto in cui le relazioni e la comunicazione sono veicolate attraverso nuovi strumenti. La necessità di interagire attraverso videolezioni, webinar, smart working, chat, rischia però di trascurare l’aspetto relazionale tra le parti.

Per questo il convegno intende concentrarsi sulle nuove sfide che una buona comunicazione deve affrontare nel passaggio dall’analogico al digitale avvalendosi del contributo dello scienziato ed esperto di intelligenza artificiale Paolo Massimo Buscema e dei professori Diana Salzano, Professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università di Salerno, e Fabrizio Maimone, Docente di comunicazione management presso la LUMSA di Roma e presso la LUISS Business School.

Il convegno sarà trasmesso in live streaming su piattaforma Zoom. La partecipazione è aperta a tutti previa Iscrizione Online entro il 18 novembre 2020.

Interventi
Prof.ssa Diana Salzano, Professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università di Salerno dove dirige l’Osservatorio “Violenza Media Minori”. “L’alchimia relazionale: computer mediated communication e capitale sociale.”
Prof. Fabrizio Maimone, Docente di Organizzazione Aziendale presso la LUMSA di Roma, Docente di comunicazione e management presso la LUISS Business School, Componente del Comitato scientifico di ANCoRe, “Restare analogici al tempo del lavoro digitale “.
Prof. Paolo Massimo Buscema, Professor Dept of Mathematical and Statistical Sciences, University of Colorado at Denver, CO, USA e Director of Semeion Research Center of Sciences of Communication, Rome, Italy, Lectio magistralis “Natura, Cultura e Artificiale”.

A partire dalle ore 15,00 si terrà l’Assemblea annuale dei Soci ANCoRe durante la quale sarà previsto l’intervento dell’Avvocato Francesco Alagna per rispondere a quesiti sulle indicazioni del DCPM e sulla tutela della privacy.
Il programma completo è visibile sul sito ANCoRE.

L’Associazione Nazionale Counselor Relazionali A.N.Co.Re è un’associazione professionale di categoria, tesa alla tutela e alla qualificazione professionale dei Counselor Relazionali attraverso la verifica delle competenze degli iscritti e il rispetto delle regole deontologiche. Il Counseling relazionale è una attività professionale finalizzata al miglioramento del benessere relazionale delle persone e conseguentemente ad una loro più elevata qualità di vita.

You May Also Like

Il nuovo sistema Promega OncoMate™ ha ricevuto il marchio CE-IVD in Europa

È nata TrashTalking

Ritorna Legal Tech Forum, la conferenza più attesa dedicata alle tecnologie legali, in un nuovo format interamente online

DIALOGO DIRETTO CON I GRANDI MARCHI GRAZIE A STOREBOOK®