La storia di un abbandono e di una “leggerezza pesante” in MAL DI TERRA, nuovo libro della milanese Cecilia Soldano

Pubblicato il 19 novembre 2020 dalla casa editrice bookabook, Mal di terra è l’esordio letterario di Cecilia Soldano, professionista nel campo della comunicazione.  Siamo su una piccola isola al largo della Toscana dove due vite crescono insieme: Lisa e Apo, fratelli, ma non di sangue.  

1987 e 2001. La narrazione si alterna raccontando due anni fondamentali per le storie dei due ragazzi, quando qualcosa di irreparabile accade e le loro vite cambiano per sempre.  

La difficile quotidianità sull’isola, così diversa dalla terra ferma, è narrata attraverso le esperienze dei due personaggi che giorno dopo giorno, prima bambini e poi giovani adulti, rivelano i profondi legami che da sempre li uniscono.  L’assenza e il “vuoto colmo” riempiranno la vita di Lisa in ogni pertugio. La scomparsa della madre Olivia e la perdita di Apo la porteranno a una scelta estrema: trasferirsi sulla terra ferma, là dove tutto è diverso e dove lei, isolana, sarà straniera.  

Cecilia Soldano indaga, nel suo primo romanzo, le rotte sommerse che legano le vite, anche laddove i fili vengono recisi. Le assenze, le presenze ingombranti, gli abbandoni, i vuoti.   

Sinossi  1986. Su una piccola isola quasi deserta al largo della costa toscana, Lisa e Apo crescono insieme come fratelli su un avamposto di terra bellissimo e spietato, dove le tempeste hanno il sopravvento e non esiste acqua dolce. Dove agli urli solitari di Apo si contrappongono i silenzi e gli sguardi degli adulti. 2001. Lisa, ormai giovane donna, si sente come chiusa in una gabbia che la separa da tutti, dalle persone che incontra sulla terraferma e che provano a entrare in contatto con lei e dalla sua stessa famiglia che non comprende la sua irrequietezza. Proprio sull’isola amata e odiata si verificheranno due eventi tragici che la porteranno molto lontano a cercare risposte. Tra isola e terraferma, tra passato e presente, tra ciò che si sa e ciò che si ignora, la storia di un abbandono e di una rinascita.   

Dopo una pre-selezione qualitativa delle proposte a cura di editor professionisti, i libri vengono proposti alla community di lettori che può accedere alle bozze, interagire con l’autore, scambiare opinioni, mettersi a disposizione per eventi di presentazione. I lettori possono scaricare l’anteprima di un libro e, se desiderano, continuare la lettura possono pre-ordinare i manoscritti inediti nel formato che preferiscono (cartaceo o ebook).  Mal di terra è disponibile in tutte le librerie, anche in digitale in formato ebook, sul sito di bookabook e su Amazon.   

Cecilia Soldano è nata a Milano nel 1984. Dopo la laurea in Filologia moderna, diventa una professionista nel campo della comunicazione. Da sempre appassionata di letteratura, vive con il marito e due gatti a Milano, dove lavora per un’importante realtà del terzo settore. Mal di terra è il suo romanzo d’esordio.   

About bookabook 
bookabook è la prima casa editrice italiana che pubblica libri attraverso il crowdfunding. Nata nel 2014, quella di bookabook è un’editoria innovativa in cui i lettori sono protagonisti della vita dei libri: dopo una pre-selezione qualitativa delle proposte a cura di editor professionisti, i libri vengono proposti alla community di lettori che può accedere alle bozze, interagire con l’autore, scambiare opinioni, mettersi a disposizione per eventi di presentazione. I lettori possono scaricare l’anteprima di un libro e, se desiderano, continuare la lettura possono pre-ordinare i manoscritti inediti nel formato che preferiscono (cartaceo o ebook), contribuendo così a renderne possibile la pubblicazione: i libri che raggiungono durante la campagna di crowdfunding l’obiettivo di 200 copie vengono infatti pubblicati da bookabook.

You May Also Like

127 MILA EURO RACCOLTI PER VALENTINA PITZALIS

Finalmente pubblicato l’unico romanzo che svela l’incubo vissuto da molte donne

VIRUS EMOTIVO: UNA NUOVA FILOSOFIA DEI SENTIMENTI

Esce NON VOLEVO UNA VITA SPERICOLATA, libro autobiografico del Pinerolese Coco Lazzaro che diventa musica (una traccia musicale per ogni capitolo)