È nato BikeScan365: il marketplace in cui negozianti e appassionati di ciclismo comprano e vendono bici usate

Acquistare e vendere bici non è mai stato così semplice
BikeScan365.com è un portale semplicissimo. Privati e rivenditori possono iscriversi gratuitamente con il proprio indirizzo email scegliendo un nome utente e una password (potete registrarvi qui: https://www.bikescan365.com/register/). I negozi hanno poi la possibilità di sottoscrivere un abbonamento per pubblicare un numero più elevato di annunci ed avere un supporto commerciale dedicato (qui trovate le varie opzioni di abbonamento: https://www.bikescan365.com/abbonamenti/).
Nel sito si trovano tutti i tipi di bici di fascia media e alta, tra i quali mountain bike, bici da corsa, gravel ed e-bike. È possibile cercare una specifica bici in vendita grazie al motore di ricerca intelligente indicando tipologia, marca o anno di produzione.
Iscrivendosi, ci si può mettere in contatto direttamente con il venditore per accordarsi su tutti i dettagli della vendita (prezzo, modalità di consegne e di pagamento). Lo scambio avviene quindi in maniera diretta e non attraverso il portale, e non ci sono pertanto commissioni sulla vendita.

Quando passione e competenza danno vita all’innovazione
L’idea della startup veneta è nata da cinque professionisti del commerciale, del digitale e della finanza che hanno deciso di unire la loro passione per il ciclismo alle loro competenze professionali per creare un un marketplace davvero utile e innovativo per il mondo della bicicletta.
Il co-founder e CEO Stefano Marchi racconta come tutto ha avuto origine: “Come appassionati, ci siamo resi conto di quanto complicato fosse scambiare in modo organizzato ed efficace cicli nuovi ed usati in Italia. Come professionisti e imprenditori, abbiamo cercato di individuare i bisogni impliciti di chi è interessato ad acquistare o vendere bici di seconda mano, e di rispondere a tali bisogni realizzando un portale di compravendita ben strutturato e semplice da utilizzare, chiamato BikeScan365”.
La start-up è giovanissima. Appena quattro i suoi mesi di vita, dopo un periodo – quello pandemico – che ha visto un’impennata nel numero di biciclette tradizionali ed elettriche vendute. Forte di questa spinta, oggi riesce a posizionarsi sul proprio mercato di riferimento, quello del ciclo di seconda mano, distinguendosi come marketplace specializzato in bici di fascia media e alta.

Il ciclismo: un mercato in piena espansione
L’andamento storico del mercato italiano vede una stabilità dei dati di vendita, costantemente sopra 1,5 milioni di pezzi venduti/anno. Il mercato ha visto una forte crescita durante la fase di pandemia, arrivando a toccare i 2 milioni di pezzi venduti in Italia nel 2020. Anche la quota di vendite di e-bike è in costante ascesa negli anni. 
Nonostante numeri da settore maturo, i protagonisti del mercato come sportivi amatoriali, appassionati e semplici utilizzatori non hanno una reale connessione. O meglio: negli anni si è riscontrato un diffondersi di gruppi, pagine, mercatini del ciclo online e sui social, ma di fatto tutte queste realtà mancano di omogeneità e completezza. È vero, ci sono anche i marketplace generalisti, ma spesso la ricerca risulta molto dispersiva e trovare quel che si cerca diventa un’impresa.
Ed è qui che entra in gioco BikeScan365, che ha un obiettivo ben preciso: quello di diventare il più importante punto di riferimento in Italia per la compravendita di bici usate di gamma medio-alta. Grazie anche alla partnership commerciale con BONIN, azienda leader da oltre quarant’anni nella distribuzione di cicli e accessori, la cui imponente forza vendita (che copre l’intero territorio italiano), attraverso le visite ai negozi specializzati, sta facendo rapidamente crescere il numero di inserzionisti premium.

Così BikeScan365 promuove la sostenibilità e l’economia circolare
"BikeScan365 si fa promotore - spiega il co-founder e CEO Stefano Marchi - di due valori al giorno d’oggi fondamentali: la sostenibilità ambientale e l’economia circolare. La bicicletta infatti è il mezzo di trasporto un po’ particolare, perché il passeggero è anche il motore stesso. Niente carburante, niente consumi. Per questo motivo è il mezzo ecologico per eccellenza. Oltre ad essere più economico - aggiunge - acquistando e vendendo usato si promuove il riutilizzo, che è la miglior soluzione per ridurre l’impatto sull’ambiente e gli sprechi di risorse. Quello che altrimenti sarebbe un rifiuto, attraverso BikeScan365 sarà una risorsa da riutilizzare o, se a fine vita, materiale da riciclare come componentistica".

Il valore aggiunto dell’online per i negozi di bici
Spesso i negozi di bici non hanno una vera e propria “vetrina virtuale” o un'e-commerce in cui esporre i propri articoli (bici usate, a km0 o nuove), pertanto le opportunità di vendita non sono sfruttate al massimo. L’utilizzo del portale abilita quindi i rivenditori ad aumentare le opportunità del proprio business, permettendogli di raggiungere i potenziali acquirenti su tutto il territorio italiano e non limitandosi più quindi ai clienti che entrano fisicamente in negozio. Questo si traduce in vendite più veloci e più frequenti, e di conseguenza anche maggiori guadagni per i rivenditori.


BikeScan365 ti ha incuriosito? Visita il sito e guarda il video per saperne di più!

You May Also Like

Due nuove exit per gli investitori delle più grandi società nel real estate crowdfunding su Walliance.

Evja e Idromeccanica Lucchini insieme per vincere la sfida del cambiamento climatico con l’intelligenza artificiale

IL GRUPPO SOLOAFFITTI LANCIA LA NUOVA PIATTAFORMA PER L’AFFITTO DIGITALE “SOLOAFFITTIPAY”

DIGITAL INNOVATION DAYS, l’evento più atteso in Italia sul digitale e l’innovazione, torna al Talent Garden di Milano, dal 26 al 28 ottobre 2022.