TRACCIANDO NUOVI ORIZZONTI CON LACERTOSUS ADAPTIVE

Vivere e percepire lo sport come un catalizzatore di inclusione, coesione e condivisione, accessibile a tutti.

Esso è il principio fondante di uno degli ultimi progetti di Lacertosus, fondata nel 2007 da Claudio Paraschiv, attuale CEO; un'azienda che da sempre si focalizza sull'allenamento funzionale, con un forte impegno nell'innovazione ed una costante ricerca di attrezzi rivoluzionari, che vadano a ridefinire il mondo del fitness e dell’allenamento. Questa filosofia operativa ha portato il brand a pionieristiche iniziative, all’inizio introducendo per la prima volta in Italia accessori come funi d'allenamento e kettlebells da competizione, ed oggi con progetti sempre più grandi e importanti.


In un mondo in cui l'innovazione è la chiave per il progresso, Lacertosus ha deciso di spingersi oltre i confini della propria zona di comfort, abbracciando nuove idee e soluzioni: la nascita di Lacertosus Adaptive.

Sulla base di questo impegno, il lancio di Lacertosus Adaptive, una linea di prodotti inclusivi, progettati per ampliare i confini nelle aree di allenamento per le persone con disabilità. Per questo progetto l'azienda ha collaborato con il campione di para powerlifting ed ex ufficiale del gruppo operativo incursori della Marina Militare, Andrea Quarto. Una partnership, iniziata quando l'atleta, dopo un incidente che gli costò l'amputazione del piede sinistro, ha allestito una palestra nel suo garage, utilizzando gli attrezzi forniti da Lacertosus. Da qui Andrea, che ha trovato nell'allenamento un punto di partenza per ricominciare, ha fondato Adaptive Strenght, una palestra unica nella quale insegna a tutte le persone con disabilità e non ad allenarsi, con l’attrezzatura Lacertosus che lo accompagna in ogni percorso e in ogni storia. Insieme ad Andrea ed ad altri atleti paralimpici, che fanno da supporto in tutte le fasi di progettazione e creazione del prodotto con feedback e accorgimenti utili, Lacertosus ha intrapreso la mission di creare attrezzi di eccellenza che si adattassero ad esigenze sempre più specifiche.


La linea più nel dettaglio...

I dettagli in braille sui dischi bumper e sui manubri esagonali, per facilitare persone con disabilità visiva, sono il simbolo di questa linea nella quale l’attrezzatura è intesa come perfetta alleata in ogni singolo allenamento. Inoltre la gamma comprende un bilanciere appositamente progettato secondo le specifiche dell'organizzazione internazionale che sovrintende le competizioni di panca piana paralimpica. Questo bilanciere presenta un diametro più ridotto rispetto agli altri attualmente disponibili sul mercato (28 mm) ed è dotato di bronzine che limitano la rotazione dei dischi durante l'esecuzione dell’esercizio. Inoltre, uno dei tratti distintivi principali di Lacertosus Adaptive è la sua modularità, un esempio ne è la Panca Piana Paralimpica, progettata per essere più ampia e per garantire la massima performance agli atleti.


Qualche anticipazione sui nuovi obiettivi ora che la linea è stata lanciata?

L'obiettivo è chiaro: creare un impatto tangibile nella vita di coloro che vivono con una disabilità, offrendo loro strumenti e risorse per perseguire i propri obiettivi di fitness e benessere. Riconoscendo che le disabilità presentano molteplici sfaccettature, Lacertosus si sta impegnando per sviluppare qualcosa che possa essere un valido supporto per tutti, di modo che chiunque abbia la possibilità di provare sulla propria pelle i benefici dell'allenamento. Attualmente l’azienda è immersa nel perfezionamento di un prodotto che sarà lanciato sul mercato quest'anno e in programma l’idea di creare degli eventi volti a promuovere il movimento e i valori di questo straordinario progetto.

You May Also Like

dilium annuncia il lancio di 3DtoMe su Apple Vision Pro: una nuova era per il Design 3D e la Spatial Collaboration

Istituto Salute: nasce il nuovo portale dedicato a corsi personalizzati per il benessere psico-fisico

Da oggi ogni tuo passo, corsa, pedalata saranno ricompensati dall’unica e prima app in Europa che ha già trasformato il moto fisico in euro di migliaia di utenti

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs