E’ boom di prevendite su Justmary per la polvere bianca legale Sniffy

Sniffy continua ad essere un caso. La polvere bianca legale, dall’effetto energizzante, composta da una base di ingredienti pressochè identici a quelli dei più diffusi energy drink continua a colpire ancora. Dopo Austria, Svizzera e Germania il prodotto, per via delle sue modalità di assunzione via inalazione, continua ad essere al centro di polemiche feroci in Francia che non accennano a placarsi . Il prodotto va inalato per avere la tanto agognata “botta” istantanea e l’associazione con la cocaina ne è la diretta conseguenza; ma a parte l’inalazione e il colore non esiste nessuna attinenza. In Italia si trova già in vendita online nel sito di JustMary, un’azienda da sempre un passo avanti nella selezione e nella commercializzazione di prodotti selezionati e di qualità. Cannabis legale, Popper e Sex Toys. Visto il gran numero di ordini completati in questi giorni, la consegna dei primi flaconi è slittata alle prossime settimane, ma occorre prenotare il prodotto prima che diventi definitivamente sold-out nel breve periodo. Contrariamente alla Francia, in Italia opinionisti e politici hanno avuto ben altro di cui occuparsi in questi giorni e non si trovano ancora prese di posizioni ufficiali in materia. Probabilmente se ne accorgeranno solo quando il primo “Italian” influencer lo consiglierà per migliorare le performance nello studio oppure al lavoro. Resta comunque il fatto che si tratta di un prodotto, legale, paragonabile per composizione agli energy drink in grado di regalare 20/30 minuti di “power” e il rischio di diventare il “gate” attraverso il quale dirigersi verso il proibito appare pressochè inesistente. I rischi associati all'uso di Sniffy sono simili a quelli delle bevande energetiche: aumento della pressione arteriosa, eccitabilità, nervosismo, aritmia cardiaca, tremori e disturbi del sonno. Solo a chi ha già manifestato fastidi assumendo i componenti del prodotto viene consigliato di evitarlo e comunque mai superare la dose quotidiana consentita. Nel mentre, con un comunicato presente nella home del sito ufficiale francese Sniffy l’azienda marsigliese che commercializza Sniffy, la polvere bianca legale energizzante, ha ieri comunicato che: "A seguito delle polemiche suscitate nei media dalla commercializzazione dell'integratore alimentare Sniffy, la cui modalità di assunzione per inalazione farebbe pensare a una presunta istigazione al consumo di cocaina, cosa che Power Factory, l'azienda che commercializza il suddetto prodotto, non ha mai voluto suscitare nella mente del consumatore, privilegiando, al contrario, l'uso per inalazione al fine di accentuare la rapidità dell'effetto energizzante del prodotto. A partire dal 5 giugno 2024, Power Factory non commercializzerà più Sniffy come prodotto per inalazione, ma semplicemente come prodotto per la somministrazione orale” La Francia ha presentato negli scorsi giorni un decreto all’unione europea per chiedere il bando sui prodotti venduti in polvere destinati ad essere consumati per via intranasale. L’idea è che la disputa sia solo all’inizio. Intanto che la festa abbia inizio! Matteo Persivali Fonti https://sniffyfrance.fr/ https://justmary.com/products/sniffy-polvere-energizzante-dasniffare? variant=48821297119580 https://www.huffingtonpost.fr/life/article/sniffy-la-france-demande-al- union-europeenne-d-interdire-cette-poudre-qui-imite-lacocaine_ 235008.html

You May Also Like

Istituto Salute: nasce il nuovo portale dedicato a corsi personalizzati per il benessere psico-fisico

Bronte, Sicilia: Pietre scartate diventano opere d’arte con “Le Pietre di San Giorgio” di Nicola Dell’Erba

Il designer emergente Edorado Falde presenta la sua prima collezione ss24 tra la folla di Piazza Duomo a Milano

Dall’italiano all’arabo: un viaggio linguistico attraverso i soprannomi delle coppie