YoAgents, la startup partecipata da Digital Magics, triplica il fatturato nel 2019 e punta a diventare la prima rete digitale di agenti di commercio plurimandatari in Italia

YoAgents è la startup che è riuscita a creare una piattaforma digitale per gestire grandi quantità di agenti (oltre 3000 iscritti) e processi in maniera semplice ed efficace. E’ analoga al modello “uber” portato sugli agenti di commercio plurimandatari che hanno così la possibilità di acquisire nuovi mandati per prodotti e servizi  digitali chiamati in gergo “snack sales”. 

“In questi anni abbiamo validato il modello delle convenzioni e delle microvendite”- commenta Pierluigi Casolari, ex CEO di YoAgents e attuale advisor,un settore strategico, poco battuto dalle reti tradizionali, con enormi potenzialità di crescita. Siamo diventati punto di riferimento a livello nazionale per le piattaforme di food delivery, di couponing e welfare che devono espandersi, in ottica digitalizzazione, sul segmento delle microimprese del territorio.”    

L’idea è talmente semplice che mi ha conquistato prima come agente, poi come imprenditore – afferma Danilo Rosiello, il nuovo CEO di YoAgents che ha da poco preso in mano le redini dell’azienda– ed è incredibile che non esistesse ancora una proposta di questo genere sul mercato sempre alla ricerca di canali commerciali e di distribuzione. Oggi grazie a YoAgents gli agenti di commercio hanno uno strumento estremamente efficace per allargare il proprio portafoglio con servizi innovativi, proposti da startup e da grandi aziende che hanno così trovato una rete flessibile e “on demand” da accendere quando e dove serve, con la semplicità con cui oggi si ordinano  food prodotti con consegna a domicilio.”  

Il delivery di prodotti è proprio uno degli ambiti in cui YoAgents sta raggiungendo numeri importanti, e con un partner di eccezione come Glovo. Oltre 200 agenti di commercio che fanno parte del team YoAgents hanno infatti supportato a livello nazionale lo sviluppo di Glovo, la piattaforma di consegne a domicilio multi-categoria, nell’acquisizione e gestione dei nuovi partner. “Tutto ciò è avvenuto in un momento particolare, in cui i servizi di Glovo hanno permesso ai consumatori di ricevere a casa cibo e altri prodotti, come la spesa, sostenendo allo stesso tempo tutti quegli esercizi commerciali che hanno potuto proseguire le loro attività proprio grazie al canale di vendita del delivery“ afferma Glovo.  

Non solo food e non solo delivery, anche welfare aziendale, micro-vendite, tutto il mondo delle convenzioni e della lead generation per grandi imprese. Insomma, un modello che sta riscuotendo successo e che è nato nell’incubatore di startup e di idee Digital Magics.

“E’ nato quasi come “esperimento in laboratorio”, venendo incontro alle esigenze delle nostre startup e di gran parte di quelle con cui entravamo in contatto per valutarne il potenziale di crescita" afferma Edmondo Sparano, CDO di Digital Magics, founder e partner che segue il progetto. Tutte infatti avevano il problema della “validazione commerciale” prima ancora che delle vendite, problema di pricing e di “go to market”. Con YoAgents il tutto è risolto. E spesso quando risolvi un problema alle startup, risolvi un problema ad una grande fetta di mercato che ancora non sapeva di averlo”  

YoAgents ha, inoltre, un ruolo strategico nella gestione dell’emergenza Covid-19, inserendosi come player attivo sul territorio selezionando e proponendo i migliori servizi digitali.

You May Also Like

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Conclusione positiva per due importanti progetti di Equity Crowdfunding di Walliance: Jesolo Wave Island e Milano Via Ravenna

Esce il libro “VISIONARY HR – STRATEGIE POTENTI PER IMPRENDITORI E MANAGER CHE DESIDERANO CREARE ORGANIZZAZIONI ECCELLENTI” di Deborah Palma

Esce il libro “Lascia l’impronta che conta!”, un viaggio multimediale nel marketing e nell’imprenditoria