Rapporto sul cartello dei camion: Quattro mesi alla prescrizione, un milione di camion in tribunale, ma piccole e medie imprese ancora inattive.

Attualmente a fare causa per risarcimento dei danni contro i grandi produttori sono circa 30.000 imprese nell’UE per un totale di quasi 1 milione di camion. Però a 4 mesi dal termine di prescrizione in molti stati membri dell’UE circa il 50-60% delle imprese, con ulteriori 2,6 milioni di camion acquistati nel periodo del cartello, sono ancora inattivi.

L’importo per camion può sorpassare 10.000 euro di risarcimento più gli interessi, questi ultimi possono ammontare anche al 100% del danno vero e proprio. Così anche le imprese con 5 camion facilmente arrivano ad importi di risarcimento dei danni totale da 50.000 a 100.000 euro.

“Risarcimenti di 10.000 a 20.000 euro per camion sono possibili – purtroppo, molte piccole e medie imprese non sanno come procedere”, ha detto Michael Gramkow, direttore della fondazione.

La fondazione unilegion Truck Claims ha analizzato lo stato delle cause nell’UE intervistando circa 3.500 imprese di trasporto ed industriali in quattro stati UE: Germania, Austria, Francia ed Italia per creare un quadro dell’atmosfera. I risultati sono chiari:

Le imprese grandi con più di 500 dipendenti in genere sono ben informati e processano già il cartello dei camion per conto proprio oppure in una causa collettiva.

È diversa la situazione delle imprese piccole e medie. Qui, infatti, le imprese sono diventate attive soprattutto se informate, per esempio dalla stampa specializzata o dalle associazioni di categoria, sulle possibilità di partecipare ad una causa collettiva.

Maggiori informazioni sull'offerta e le procedure della fondazione sono disponibili qui: https://unilegion-truck-claims.eu/it/cartello-dei-camion/. Gli interessati possono richiedere senza impegno ulteriori materiali ed informazioni per telefono.



Informazioni sulla fondazione unilegion Truck Claims

La fondazione unilegion Truck Claims è un'organizzazione olandese senza scopo di lucro con sede ad Amsterdam. La fondazione è stata creata per recuperare i danni ("claims") degli acquirenti di camion causati del cartello, sia in sede giudiziale che in sede extragiudiziale. Il nostro obiettivo è quello di lavorare a stretto contatto con le associazioni europee del commercio e dell'industria per costituire un'ampia alleanza. Tutti i costi per l'esecuzione delle richieste sono a carico della fondazione. Le aziende danneggiate possono quindi unirsi alla class action completamente senza alcun rischio né costo. Soltanto in caso di successo, la fondazione, la quale è finanziata da investitori europei, riceverà una percentuale del risarcimento danni. Essendo un'organizzazione senza scopo di lucro, la fondazione non realizza alcun profitto.    



Contatto stampa
Fabio Garzotto
E-mail: f.garzotto@unilegion.eu

Sede centrale
Herengracht 449a, 1017 BR Amsterdam, Paesi Bassi

Per informazioni e richieste sul cartello dei camion visitare il sito
https://unilegion-truck-claims.eu/it/cartello-dei-camion/

You May Also Like

Barolo Tabai in una edizione limitata a 488 esemplari

SOCOTEC Italia acquisisce TECNOLAB rafforzando la propria posizione di leader nei servizi alle infrastrutture in Italia.

Partono a raffica i corsi dell’Unione Nazionale Revisori Legali

Il gruppo Matec acquisisce il 100% di Alfa Pompe