L’Università di Foggia ospita “GioStRa – Giornate di Studio sulla cultuRa dell’inclusione”.

Foggia - Un’importante occasione di incontro e confronto per la diffusione di buone pratiche che mira allo sviluppo di una cultura dell’integrazione attiva, che sostenga i bisogni di ogni giovane studente: le 3 “Giornate di Studio sulla cultuRa dell’inclusione (GioStRa)” saranno ospitate negli spazi del Dipartimento di Studi Umanistici di Foggia, sito in via Arpi, nel pieno centro storico della città.

Obiettivo principale delle tre Giornate, organizzate dalla cattedra del Prof. Pierpaolo Limone, Rettore dell’Unifg, in sinergia con l’APS foggiana iFun, è quello di raccogliere dati e esperienze di successo riguardanti alcune recenti iniziative a sostegno di giovani con disabilità, disturbi dell’apprendimento o altre condizioni che possono ostacolarne la partecipazione ai processi di apprendimento e sviluppo.  

L’evento coinvolgerà un vasto pubblico di docenti, ricercatori, studenti e, in generale, stakeholder coinvolti nel settore dei servizi educativi e sociali, prevede un ricco programma di attività, momenti divulgativi e anche di intrattenimento. Tra gli ospiti, la professoressa Carla Tinti (Università degli studi di Torino), il professor Maurizio Sibilio (Università degli studi di Salerno), la professoressa Catia Giaconi (Università degli studi di Macerata), il dottor Fabrizio Giorgeschi, dell’Istituto privato di riabilitazione “Madre Divina Provvidenza” di Arezzo. L’evento è pensato anche come momento di condivisione culturale con gli studenti e i docenti di scuole presenti all’evento. Saranno presenti anche diverse Associazioni impegnate da anni sul tema dell’inclusione sociale, tra cui Forest Care e Bosco Elda, con il progetto “Bellezza e legalità”.

Numerosi i temi affrontati, dal binomio sport e disabilità, all’inclusione lavorativa di persone con autismo e Disturbi Specifici dell’Apprendimento, dagli interventi terapeutici innovativi (aroma e cromoterapia forestali, falegnameria sociale, videogiochi educativi per la didattica speciale, cucina inclusiva), alla collaborazione scuola-famiglia nella prassi educativa, sino ai cenni di neuropsichiatria infantile forniti dagli esperti e molto altro. Il ruolo del centro di ricerca Learning Science Hub dell’Unifg all’interno dell’iniziativa riguarderà la presentazione di buone pratiche e la disseminazione di dati sulla base di ricerche condotte sul tema della pedagogia speciale e della formazione insegnanti, oltre a numerosi laboratori che coinvolgeranno i partecipanti, tra cui quelli di ritrattistica fotografica a cura della cooperativa Ghenos, iFun e Vincenzo Romagnoli, i laboratori musicali “Noi siamo orizzonti” e quelli culinari a cura di Pizzeria Lievi’Tante e la chef Letizia Consalvo.  

Il programma completo è disponibile sul sito www.unifg.it

You May Also Like

Il Dipartimento di Studi Umanistici UNIFG è tra le sedi ufficiali delle “Olimpiadi della Matematica”

PER DARE VOCE AI PROFESSORI UNIVERSITARI A CONTRATTO NASCE ANPUC: L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE PROFESSORI UNIVERSITARI A CONTRATTO

Contro la violenza di genere: l’Unifg c’è

“Otto l’aquilotto, i bambini e il mondo digitale” un libro cartaceo e interattivo dedicato ai nativi digitali