“EuCarestia – No Food Tomorrow” inaugura a Spazio Europa a Roma


Dopo Bologna e Pollica, luoghi emblematici di un percorso dedicato ai modelli di rigenerazione ecologica integrale in Italia,  la mostra EuCarestia – No Food Tomorrow curata dal collettivo {[(etica)estetica]anestetica}, prodotta da TRAMA Creative Studio di Padova, ideata e distribuita in collaborazione con il Future Food Institute e supportata dalla Comunità Europea sbarca a Roma presso lo Spazio Europa in via Quattro Novembre, 149  a Roma.

Verranno esposti alcuni NFT al microscopio di elementi ed alimenti provenienti direttamente da Pollica, Comunità Emblematica UNESCO della Dieta Mediterranea: Grano Gentil Rosso di Petrosa (SA), Pomodoro San Marzano di San Mauro Cilento (SA) Vino Aglianico di Pollica (SA), Olio EVO DOP delle Terre della Dieta Mediterranea (SA), Acqua di Mare di Acciaroli (SA).
Gli NFT non sono intesi solo come Non Fungible Token, ma come opere d’arte in grado di rappresentare il cibo che potrebbe non esserci in futuro per questo l’acronimo NFT che li rappresenta è No Food Tomorrow.

No Food Tomorrow è anche la piattaforma ideata da {[(etica)estetica]anestetica} e Future Food Institute per proporre collezioni di arte digitale che vengono realizzate su temi legati alla biodiversità e alla sostenibilità alimentare. Collezionare arte digitale è un asset finanziario che diventa azione tangibile poiché i proventi degli NFT verranno devoluti a sostegno della ricerca universitaria e al supporto di borse di studio.

"La mostra valorizza elementi “sacri”, risorse preziose, simboli e rituali che non vanno sprecati e vanno rispettati, preservati e tramandati alle future generazioni; patrimoni materiali e immateriali di un ecosistema unico al mondo – il Mediterraneo –" che, come sottolinea Sara Roversi (Presidente del Future Food Institute e Paideia Campus) "è stato il primo vero internet dell'umanità, capace di connettere popoli, culture, cibo, idee". "Il progetto parte simbolicamente proprio dal cuore del Mediterrano: Pollica, culla e Comunità Emblematica della Dieta Mediterranea, e tutto il Cilento, che custodisce da millenni una profonda coscienza ecologica e un perfetto equilibrio tra uomo e natura. Abbiamo scelto di far partire la nostra riflessione da lì perché tutto questo patrimonio culturale e naturalistico va protetto e tutelato. Oggi EuCarestia torna dov’è nata. E, ne sono certa, può diventare un’ulteriore piattaforma per la formazione umana integrale: questa deve partire proprio da piccoli ingredienti — olio, pane, grano, acqua — che hanno grandi valori essenziali".

Dopo l’inaugurazione ad Artefiera Bologna e dopo una versione della mostra realizzata quest’estate per il comune di Acciaroli, dove abbiamo proiettato la Torre Normanna vestendola di luce con la tecnica del videomapping, ora presentiamo a Spazio Europa una nuova versione della mostra, mostrando gli NFT al microscopio dei cibi base della dieta mediterranea trasmessi in un grande schermo verticale, mentre parte della mostra diffusa rimane a Pollica al Castello dei Principi Capano, sede del Centro Studi sulla Dieta Mediterranea “Angelo Vassallo” dichiara Andrè Guìdot, fondatore del collettivo artistico {[(etica)estetica]anestetica} e regista dell’installazione, che prosegue: ”Essere accolti a Spazio Europa in occasione della Giornata internazionale della consapevolezza sugli Sprechi e le Perdite Alimentari fa riflettere sul ruolo della creatività nella società: l’arte può contribuire a generare una riflessione ed un dialogo tra i protagonisti istituzionali sui temi più critici, innescando una presa di coscienza collettiva capace di guidare il cambiamento” e conclude: “abbiamo «augmentato» gli NFT (non-fungible token) presentati nella mostra e realizzati grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova trasformandoli in un impattante manifesto visivo e un prezioso monito”.

Un racconto per immagini che mette al centro i cibi base della Dieta Mediterranea vittime della perdita di biodiversità: Olio, Vino, Grano e Acqua di Mare. Ingredienti sacri da cui partire per rendere effettiva una rivoluzione culturale e un nuovo mindset condiviso capace di mettere al centro i valori e i bisogni essenziali dell’uomo e del pianeta. Perché, come ricorda Antonio Parenti Capo della Rappresentanza della Commissione Europea in Italiala Dieta Mediterranea può diventare uno strumento per rispondere alle sfide del futuro”.

Future Food Institute ha a cuore la salute del suolo, la protezione della biodiversità e delle risorse essenziali del pianeta.  La tragedia che ha colpito l'Emilia Romagna li ha spinti a voler unire le forze per ricostruire gli orti e i giardini delle scuole dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna più colpiti dall'alluvione.  Grazie alla collaborazione con TRAMA Creative studio e con il collettivo artistico {[(etica)estetica]anestetica la volontà è diventata proposta tangibile.
Con gli N.F.T. di EuCarestia - No Food Tomorrow infatti si potrà supportare questa causa.
Per saperne di più e attivarsi come protagonisti del cambiamento:  No Food Tomorrow - Food e Art for change: https://nofoodtomorrow.org/

Cartella stampa: https://drive.google.com/drive/folders/1y9IFzkZuKs4qxKJX4kdtQY3ERC3X9Gja?usp=drive_link

TRAMA CREATIVE STUDIO
Trama è uno studio di produzione nato con la finalità di sviluppare progetti in cui tecnologia e narrazione siano utilizzati in modo etico e socialmente responsabile. Il nostro acronimo è T.R.A.M.A.: Tecnologia, Responsabilità, Audiovisivo, Multicanale e Arte. www.mediatrama.com

{[(etica)estetica]anestetica} 
{[(etica)estetica]anestetica} è un collettivo artistico nato nel 2022 in occasione della Biennale d’Arte di Venezia. Il collettivo è convinto che quando l’Estetica e l’Etica entrano in dialogo si creino dei processi virtuosi che fanno scattare stupore e meraviglia, situazioni altamente terapeutiche e “Anestetiche” per la mente umana, così avvezza alla fruizione della bellezza, alla contemplazione ed al ragionamento. Il collettivo {[(etica)estetica]anestetica} per “EuCarestia – No Food Tomorrow” è composto da: Andre Guidot - Producer e Creative Director isapamois - Conceptual Artist Laboratorio di Biologia dell’Università di Padova - Consulenza scientifica Justin Zoll - Photographer Tommaso Ermolli, Edoardo Piccolo - Music Composer Marzia Zulian - Visual Designer Chiara Guadagnini - Set Designer Alessandro Fugattini - 9Watts Mattia Candian, Edoardo De Luca, Tommaso Dugato, Edoardo Carraro - Digital Contents

FUTURE FOOD INSTITUTE
Future Food Institute, fondato a Bologna, è oggi un intero ecosistema che fa della food innovation uno strumento chiave per affrontare le grandi sfide del futuro e sostenere l'implementazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'agenda 2030 delle Nazioni Unite;  parlando al mondo, ma valorizzando il territorio partendo dall’Italia.  Un ecosistema composto da un’anima filantropica, il Future Food Institute che è un centro di ricerca e formazione nato a Bologna con sedi a San Francisco, Tokyo e dal 2021 anche a Pollica, Comunità Emblematica UNESCO della Dieta Mediterranea.  www.futurefoodinstitute.org

PARTNER Mediatrama SRL - Production Company 9Watts - Neonled Design Partner

Referente stampa: 
Micol Lorenzato 
micol.lorenzato@mediatrama.com

You May Also Like

Dalla tecnologia alla tradizione, Virginia Gallucci da ex web developer vola a Brooklyn per insegnare l’arte della pasta fresca

Bronte, Sicilia: Pietre scartate diventano opere d’arte con “Le Pietre di San Giorgio” di Nicola Dell’Erba

Uscita del libro ‘La Danza di Medea’ Alberto Kofi, il poeta nomade

V2C presenta in Italia Trydan, il caricatore che gestisce in modo intelligente l’energia per ricaricare la macchina elettrica