Dalla tecnologia alla tradizione, Virginia Gallucci da ex web developer vola a Brooklyn per insegnare l’arte della pasta fresca

Il passaggio di Virginia Gallucci dalla tecnologia all’insegnamento dell’arte della pasta è stata una trasformazione coraggiosa e appassionata. Da sviluppatrice web ad insegnante di cucina, ha abbracciato la sua vera passione e porterà l’autenticità della cucina italiana da casa sua, Calestano, fino a Brooklyn. Questo viaggio rappresenta il potere della passione, della perseveranza e del coraggio di abbracciare il nuovo. Per Virginia, insegnare l’arte della pasta non è solo un lavoro, ma una missione, riuscendo a far sedere sconosciuti attorno allo stesso tavolo grazie al linguaggio universale del cibo.

Calestano, 21 maggio 2024 – Dopo una carriera di successo come web developer, Virginia Gallucci ha compiuto una svolta coraggiosa e radicale nella sua vita: ha lasciato il mondo della tecnologia per seguire la sua vera passione e condividere con il mondo l’arte della pasta fatta in casa.

Questo viaggio straordinario l’ha portata a trasformare la sua casa in un laboratorio culinario a Calestano (Parma), un piccolissimo borgo quasi sconosciuto. Calestano, una gemma nascosta nel cuore della food valley italiana, offre ai turisti un’esperienza unica e autentica. Partecipare, quindi, alle cooking class di Virginia significa non solo imparare i segreti della pasta, ma anche scoprire un angolo d’Italia ricco di tradizione e bellezza, lontano dalle mete turistiche più conosciute.

In un solo anno, più di 1200 persone hanno visitato Calestano per prendere parte ad una delle masterclass offerte da Virginia, dimostrando, così, l’enorme successo e l’attrattiva dei suoi corsi.

Ogni lezione è un viaggio nella sua memoria poiché insegna le ricette che l’hanno accompagnata dall’infanzia fino ad oggi. Ogni piatto racchiude i suoni, gli odori e i sapori della sua infanzia, strettamente legati a sua mamma Nadia. Attraverso queste ricette, Virginia condivide non solo una tecnica culinaria, ma anche una parte intima della sua storia e delle sue radici.

Questa avventura ha superato ogni aspettativa, permettendole di combinare il suo amore per la cucina con la gioia di incontrare e connettersi con persone di diverse culture. I suoi corsi sono diventati un punto di riferimento non solo per chi desidera apprendere nuove tecniche di cucina, ma anche per coloro che vogliono scoprire un luogo autentico ed incontaminato al di fuori del caos delle grandi città.

Ora Virginia annuncia l’apertura di un pop-up dedicato all’arte della pasta a Brooklyn, New York, previsto per novembre 2024. Questo nuovo spazio temporaneo sarà un’estensione della sua cucina, dove gli appassionati di pasta potranno continuare a imparare e gustare le sue creazioni. Il pop-up offrirà workshop interattivi, dimostrazioni dal vivo e degustazioni, permettendo ai partecipanti di immergersi completamente nell’esperienza culinaria italiana.
«Aprire un pop-up a Brooklyn è un sogno che si realizza», afferma Virginia Gallucci«Non vedo l’ora di condividere la mia passione per la pasta fatta in casa con la vibrante comunità newyorkese e di creare nuovi ricordi insieme a persone di tutto il mondo. È un’opportunità incredibile per portare un pezzo della mia Italia a New York e continuare questo straordinario viaggio culinario».

Per Virginia, il passaggio dallo sviluppo di siti web alle cooking class a Brooklyn rappresenta molto più di un semplice cambiamento di carriera. È stato un viaggio di autodiscovery, una trasformazione radicale che ha portato la sua passione per la cucina dallo sfondo al centro della sua vita. L’apertura del pop-up a New York sarà il culmine di questo viaggio straordinario, un’opportunità di condividere la sua passione con gli appassionati del mondo food anche oltreoceano.

Virginia Gallucci
Virginia Gallucci è nata a Figline Valdarno, in provincia di Firenze, da madre toscana e padre campano. Questo mix di origini ha fatto sì che Virginia abbia un background culinario ricco di tradizioni che vanno oltre i confini di Parma, città che l’ha adottata da più di 15 anni. Durante la prima pandemia ha iniziato a lavorare come web developer, ma, nonostante il successo professionale, la sua vera passione è sempre stata la cucina, in particolare l’arte della pasta fatta in casa, tramandata nella sua famiglia da generazioni. Nel 2022 Virginia ha deciso di seguire il suo cuore e ha trasformato la sua casa a Calestano in un laboratorio culinario. Le sue masterclass hanno attirato l’attenzione di appassionati di cucina da tutto il mondo, consolidando la sua reputazione come esperta nell’arte della pasta. Oggi Virginia si prepara a portare la sua passione oltreoceano con l’apertura di un pop-up dedicato alla pasta a Brooklyn, New York.

You May Also Like

Bronte, Sicilia: Pietre scartate diventano opere d’arte con “Le Pietre di San Giorgio” di Nicola Dell’Erba

NowMyPlace conquista il turismo esperienziale sul Lago di Garda

Destinazione Thailandia: 7 travel content creator pronti per un’avventura unica

“12 BUONI MOTIVI PER INVESTIRE IN ASSET DIGITALI” LA GUIDA DEFINITIVA PER LE CRIPTOVALUTE SPIEGATA DA CHI LE CONOSCE DAVVERO