“10.000 euro di spese fisse al mese e lo Stato vuole farmi riaprire con solo 3 tavoli”, la storia di un ristoratore romano

Valerio laino è un ristoratore calabrese attivo da oltre 15 anni nel cuore di Roma, titolare de Il Peperoncino d'oro. Uno dei tanti ristoratori che oggi stanno affrontando le difficoltà e le incertezze di una fase 2 sempre più complessa e articolata.

"Il governo italiano ha deciso di farci chiudere lasciandoci nell'abbandono piu totale, ho usato tutti i miei risparmi per affrontare l'emergenza ed ora mi ritrovo a non avere più soldi neanche per mangiare" ha spiegato nei giorni in cui si discute la date e le condizioni per la riapetura dei ristoranti.

"Parliamo della distanza di sicurezza tra i tavoli, ciò vuol dire che il mio locale di solo 25mq riuscirebbe ad ospitare solo 6 persone, così facendo non riuscirei neanche a pagare le bollette - ha continuato - Questa ipotetica riapertura non è  altro che un lavarsi le mani da parte del governo italiano. Con 10 mila euro di spese fisse al mese tra affitto e bollette e solo 6 coperti è impossibile riuscire ad arrivare a fine mese"

Per interviste o approfondimenti
Valerio laino
3451806315 
valeriolaino89@libero.it
ilpeperoncinodoro@libero.it



You May Also Like

Progetti del Cuore e LILT per la prevenzione del tumore al seno

“12 BUONI MOTIVI PER INVESTIRE IN ASSET DIGITALI” LA GUIDA DEFINITIVA PER LE CRIPTOVALUTE SPIEGATA DA CHI LE CONOSCE DAVVERO

Cos’è l’autismo spiegato da un bambino

“Il metodo DAJE”, il nuovo libro di Alfredo Zingariello che esplora l’essenza del web design e dello sviluppo web