Corleone: Apertura della Causa di Beatificazione di Suor Maria Cira Destro

Venerdì 24 luglio 2020 nella splendida cornice della Chiesa Madre di Corleone alle ore 18,00 sarà aperta dall’arcivescovo di Monreale, mons. Michele Pennisi, la fase diocesana della Causa di Beatificazione e Canonizzazione della Serva di Dio Suor Maria Cira Destro, già prevista per lo scorso 12 marzo e poi rimandata a causa della pandemia di COVID-19.

Postulatore della Causa è don Francesco Carlino che a nome dell’Associazione “Suor Maria Cira Destro” (Actor causae), presieduta dal decano don Vincenzo Pizzitola, ha presentato a mons. Pennisi il Supplex libellus reso pubblico il 22 luglio 2019 con apposito editto arcivescovile, mentre il 28 novembre 2019 è stato rilasciato il Nulla Osta dalla Congregazione delle Cause dei Santi di Roma.

Suor Maria Cira Destro, al secolo Maria Antonia, religiosa clarissa, nasce a Corleone il 12 marzo 1782. Il suo amore per Cristo Crocifisso e per i poveri, l’esemplarità con cui vive i consigli evangelici, la vita di preghiera e di sofferenza sono i tratti distintivi della sua esistenza che si chiude il venerdì 24 luglio 1818 all’età di 36 anni. Viene ricordata anche per i fenomeni mistici  e i segni prodigiosi che da sempre hanno contribuito ad alimentarne la fama di santità. Con l’apertura del Processo di Beatificazione viene dichiarata Serva di Dio. Al termine della Celebrazione Eucaristica i tre membri del Tribunale della Causa, mons. Antonino Dolce (delegato arcivescovile), don Calogero Latino (promotore di giustizia) e Anna Manno (notaio), presteranno giuramento impegnandosi a compiere il loro incarico con fedeltà. Lo stesso faranno i membri della Commissione storica presieduta da don Giovanni Vitale (direttore dell’Archivio storico diocesano di Monreale) e composta da don Santo Giuseppe Terranova (studioso delle figure di santità dell’arcidiocesi di Monreale) e i docenti Vincenzo Campo (esperto conoscitore della figura di Suor Maria Cira Destro) e Calogero Ridulfo (esperto di storia corleonese). Essendo una causa storica, gli interrogatori del Tribunale riguarderanno la fama di santità ancora presente. La Commissione storica si occuperà, invece, di raccogliere scritti e documenti che riguardano Suor Maria Cira, tracciando anche una relazione sulla personalità della Serva di Dio. Appena si concluderà la fase diocesana, gli atti della Causa saranno inviati a Roma per l’esame da parte della Congregazione delle Cause dei Santi.

You May Also Like

BONUS VACANZA IN CAMPING E VILLAGGI ANCHE NEL 2021

A Verona arriva JustMary.fun, la startup della marijuana light (e sponsor dell’Hellas Verona)

NOTA STAMPA dell’avvocato Cenacchi sul procedimento disciplinare immediatamente esecutivo a carico dell’assistente Sociale Silvia De Lorenzi del Comune di Milano

“Da oggi le mie aziende non pagheranno un solo centesimo di tasse e non farò più ricevute fiscali”. La provocazione di un ristoratore romano