Tigre e il Delta: la magia della vita sul fiume

A solo un'ora da Buenos Aires, Tigre e il Delta conquistano i visitatori con la lor architettura signorile, le loro proposte culturali e sportive, la storia che si respira nelle loro strade, i loro bar e ristoranti sul fiume e, naturalmente, per le gite in barca a una delle tante isola nella meravigliosa rete del Delta del Tigre.

Questa città, che deve il suo nome allo yaguareté o tigre americana, si può visitare seguendo il fiume che abbraccia il suo centro storico. La stazione fluviale segna il punto di partenza per una passeggiata lungo il Paseo Victorica. Un percorso tortuoso che si affaccia sul fiume Luján, tra antichi palazzi e club di canottaggio con i loro imponenti edifici, come il Club Regatas La Marina, sulla riva sinistra del Luján, costruito verso la fine del XIX secolo. Se siete tentati di remare, potete consultare alcuni di questi club che organizzano uscite giornaliere. Quasi alla fine del circuito, vedrete il Museo de Arte de Tigre, che si trova in un ex hotel Belle Époque, e ha una collezione di arte figurativa argentina.

Se vi piace entrare in contatto con la magia del fiume, il Delta del Tigre è lo scenario perfetto. Dalla Stazione Fluviale partono barche collettive, catamarani e diversi tipi di escursioni per scoprire il Delta con i suoi oltre 350 fiumi e torrenti. Il fiume si fa strada tra le isole, scompare in ruscelli e canali e poi riprende il suo corso fino a sfociare nel Río de la Plata. In questo tour si incontra la gente del posto che chiacchiera sulle banchine, la barca magazzino che fornisce provviste, i cespugli di ortensie blu e rosa sotto le finestre delle case costruite in alto per sfuggire alla marea. Rifugio di artisti e scrittori, il Delta è fascino, il mormorio dell'acqua e il verde intenso al calar del sole.

Dall'altra parte del fiume, si può iniziare il circuito verso il Puerto de Frutos, ma prima di arrivare, sempre costeggiando la riva, si vedrà un palazzo veneziano, con affreschi e vetrate, costruito all'inizio del XX secolo, che ospita uno dei club di canottaggio più emblematici della zona: la Canottieri Italiani.

Fino alla metà del secolo scorso, il Puerto de Frutos accoglieva la produzione del Delta. Oggi è un mercato all'aperto e una delle principali attrazioni di Tigre. Vi si possono trovare mobili e decorazioni, oggetti di canna e vimini, dolci fatti in casa, miele e altri prodotti locali, come noci dell'isola, frutta e fiori. Si può anche gustare un choripán vicino al fiume in una delle parrilla del porto.

Qui, in uno dei pochi delta del mondo che non finisce nell'oceano, troverete anche diverse offerte di alloggio sviluppate in armonia con l'ambiente. Dalle tradizionali attività ricreative diurne a spa e hotel esclusivi, chalet e bungalow con una vasta offerta gastronomica e attività tra cui canottaggio, kayak e gite in barca nelle notti di luna piena. Il Delta del Tigre è un'esperienza infinita.

Per ulteriori informazioni: www.argentina.travel

You May Also Like

Dalla tecnologia alla tradizione, Virginia Gallucci da ex web developer vola a Brooklyn per insegnare l’arte della pasta fresca

Bronte, Sicilia: Pietre scartate diventano opere d’arte con “Le Pietre di San Giorgio” di Nicola Dell’Erba

NowMyPlace conquista il turismo esperienziale sul Lago di Garda

Destinazione Thailandia: 7 travel content creator pronti per un’avventura unica